Sunday Random (ovvero di folletti e semidei che ruttano)

Causa impegni lavorativi e alcune serie TV/libri che hanno fagocitato il mio scarso tempo libero, nelle ultime due settimane non ho avuto modo di aggiornare il blog. Si recupera a partire da oggi, con i prossimi articoli che usciranno a cadenza più ristretta essendo solo in fase di revisione. Anticipo già che si parlerà di esperimenti carcerari, funerali vichinghi, retrogaming e giochi con protagonista il fratello scemo di Schettino.

Nel frattempo ecco un paio di segnalazioni veloci su alcuni progetti recentemente finiti su Kickstarter e (apparentemente) interessanti.

La Mulana 2

Il primo La Mulana, non importa se nella versione originale del 2005 o in uno dei recenti remake, viene solitamente inserito nella categoria dei cosiddetti metroidvania. Non sono d’accordo. Per quanto mi riguarda ritengo La Mulana un generatore d’improperi. Dopotutto se viene definito il Dark Souls a 2D un motivo ci sarà.

In verità è dall’anno scorso che si parla di un possibile secondo capitolo, quindi l’approdo su Kickstarter non arriva come un fulmine a ciel sereno. Anzi, forse proprio per tale ragione e viste anche le dimensioni del team Nigoro, gli aficionados di La Mulana aspettavano questo momento per avere maggiori informazioni al riguardo.

E invece? E invece niente. Per ora tutto quello che abbiamo è un Takumi Nakamura in gran spolvero (e impolverato) che ci assicura che La Mulana 2 sarà più grande, più bello è più difficile. Un po’ pochino forse.

Cosa mi convince?

  • La base su cui costruire il seguito è lì, mica scappa.
  • Il team non è cambiato.
  • Takumi Nakamura potrebbe vendermi qualunque cosa, anche un Folletto.

Cosa non mi convince?

  • Nel video di presentazione e sulla pagina di Kickstarter si parla di novità. Sì, ma quali esattamente?

LA MULANA 2 SU KICKSTARTER

Kingdom Come: Deliverance

Posso fare una confessione? A me i GDR ad ambientazione fantasy hanno veramente rotto. Fatte le dovute eccezioni (Dark Souls, The Witcher e pochi altri), sono stanco di aver sempre a che fare con draghi, nani ed elfi. Così come sono stanco d’impersonare il solito signor nessuno che d’improvviso si scopre l’eletto di ‘sta cippa in grado di abbattere i nemici con la forza di un rutto (ogni riferimento a videogiochi realmente esistenti è puramente voluto).

Non a caso uno dei giochi che più ho apprezzato negli ultimi anni è stato Mount & Blade. Pur con tutti i suoi difetti, M&B fiondava il giocatore in un contesto quantomeno credibile, oltre che godere di uno dei sistemi di combattimento più divertenti e appaganti di sempre. Per una volta tanto non erano le statistiche del proprio avatar a fare la differenza, quanto l’abilità e sagacia nel gestire le unità al nostro fianco. M&B aveva però un difetto di non poco conto: la totale assenza di una trama in grado di riempire il vuoto lasciato dalle continue battaglie, che alla lunga risultavano un po’ monotone, anche a causa di mappe di gioco ristrette e decisamente poco ispirate.

Kingdome Come: Deliverance promette di ovviare a tali difetti, andando a creare un GDR dal taglio realistico tanto nella trama, quanto nell’ambientazione e nelle meccaniche. Scordatevi quindi creature fantastiche o armature dotate di buff quali “parla con una gallina una volta al giorno” e preparatevi invece ad assedi in cui voi siete solo uno tra i tanti soldati in campo e a gestire il vostro avatar anche in funzioni corporali quali dormire e mangiare, con tanto di cibo che va a male col passare del tempo. Esattamente come in M&B l’idea di base è così semplice da chiedersi perché nessuno ci abbia mai pensato prima. O meglio, perché nessuno abbia mai ascoltato prima i numerosi giocatori che da anni chiedono un prodotto del genere.

Cosa mi convince?

  • Finalmente nessun drago, nano o elfo fighetto!
  • Visuale rigorosamente in prima persona (e chi se ne frega dei maniaci delle vanity cam).
  • Sistema di combattimento basato su parate e scoperte dell’avversario.
  • Sistema di progressione che per una volta tanto non ci trasformerà in un semidio con problemi intestinali.

Cosa non mi convince?

  • L’area di gioco mi sembra piuttosto piccolina per poter permettere le battaglie campali promesse.
  • Quante volte in questi anni si è sentito parlare di quest risolvibili in più maniere per poi ritrovarci al massimo a qualche dialogo del tipo “opzione A od opzione BcheinveritàècomelaAmamascherata”?
  • Il protagonista sembrerebbe il solito fabbro, sigh.

KINGDOME COME: DELIVERANCE SU KICKSTARTER

Annunci

Lascia un commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...